Passa ai contenuti principali

La ciclicità del corpo femminile: conoscerla per viverla in armonia.

Ogni donna nel corso della sua vita deve confrontarsi con qualcosa che la rende un essere magico e meraviglioso, grazie all'avvento della prima mestruazione ogni donna diventa una potenziale generatrice di vita e i cambiamenti del suo corpo la trasformano in una dea ciclica, direttamente connessa alle forze lunari. Nella nostra società moderna, sempre veloce, viene richiesto alle donne di dimenticare la ciclicità del proprio corpo, con il risultato che ben poche vivono la connessione stretta con la loro naturale essenza e si ritrovano spesso vittime di questa energia semplicemente perché non la conoscono. Credo che ogni donna debba riappropriarsi di questa conoscenza per vivere un rapporto armonico con se stessa e con gli altri. Conoscere i movimenti energetici che accadono all'interno del nostro corpo, rispettandoli e seguendoli nel possibile della nostra quotidianità, ci rene libere e più serene. Per far sì che questo accada questa conoscenza deve appartenere anche al mondo maschile, quante liti e incomprensioni risparmiate grazie ad un compagno consapevole della nostra ciclicità!
Il ciclo di ogni donna dura all'incirca 28 giorni, per alcune qualche giorno in meno per altre qualche giorno in più, sta a ciascuna di noi osservarsi e conoscersi, al fine di scoprire i propri personali ritmi e usarli nel modo migliore. All'interno di questi 28 giorni riconosciamo 4 fasi: preovulatoria, ovulatoria, premestruale e mestruale che possono essere abbinate a 4 archetipi femminili, la comprensione e conoscenza di questi 4 archetipi ci aiuta a vivere la nostra ciclicità con coscienza, e ci permette di esprimere la nostra essenza in armonia con le leggi naturali che governano questo pianeta. Questi sono i 4 archetipi femminili che ogni donna vive durante i 28 giorni:

La Vergine (fase preovulatoria)
La Madre (fase ovulatoria)
L'Incantatrice ( fase premestruale)
La Strega (fase mestruale)


Ecco una breve descrizione delle varie fasi, delle energie che le governano e come fare per vivere e sfruttarle al meglio tratte dal libro: “Luna Rossa” di Miranda Gray (testo che consiglio di leggere a tutte le mie lettrici!)

Le Energie della Vergine
Le energie della Vergine sono dinamiche e radianti. La fase della Vergine è un periodo in cui la donna è libera dal ciclo procreativo e appartiene solo a se stessa. Si sente sicura, socievole e capace di affrontare tutti i problemi della vita. Esprime grande determinazione, ambizione e concentrazione e può ottenere di più dal suo lavoro. E' un buon periodo per iniziare nuovi progetti. La sua sessualità è nuova e fresca e questa fase può essere periodo di divertimento e gioia. Il suo aspetto esteriore emana entusiasmo per il mondo esterno e desiderio di sperimentarlo fino in fondo!



Le Energie della Madre
Le energie della Madre sono presenti nel periodo dell'ovulazione e anch'esse sono radianti, ma con una frequenza differente da quelle della Vergine. La fase della Madre è un periodo in cui la donna perde il senso egocentrico di se stessa per preparasi alla maternità. I suoi desideri e le sue necessità perdono importanza; ella diventa attenta ai bisogni del prossimo, irradia amore più profondo armonia. E' capace di assumersi delle responsabilità, di creare qualcosa di costruttivo, di mantenere o coltivare i progetti e le idee in corso. Potrà accorgersi di attirare la gente come una calamita e del fatto che le persone si rivolgeranno a lei per chiedere aiuto e sostegno.



Le Energie dell'Incantatrice
Le energie dell'Incantatrice sorgono quando l'ovulo è stato rilasciato ma non viene fecondato. La donna inizia a sperimentare il suo lato interiore. Pende coscienza dei misteri della natura e la sua sessualità diventa potente. Prende anche coscienza della sua energia personale, del suo potere e dell'effetto che può avere sugli uomini. Le energie possono diventare impetuose e, se rilasciate possono manifestarsi in una grande forza creativa. Quando si avvicina la fase della Strega, la donna può vivere un calo di concentrazione e diventare sempre più intollerante verso il mondo quotidiano. Aumenta invece la sua capacità di sognare, il suo intuito si rafforza e la sua percezione e ispirazione possono diventare più vivide e pressanti.



Le Energie della Strega
Le energie della Strega sorgono con le mestruazioni con un approfondimento della coscienza interiore della fase dell'Incantatrice. Le energie diventano di tipo interiore e intuitivo, senza ricerca di espressione esteriore eccetto che per occasionali visoni estatiche. La donna interagisce di più con i suoi sogni, si sente parte della natura e riconosce intuitivamente i suoi disegni.
La fase della Strega è un periodo di introspezione, un periodo per isolarsi dal mondo, per dormire e sognare, per esprimere gentilmente la magia e rallentare il proprio ritmo di vita. E' un periodo per cercare le risposte ai problemi, per imparare ad accettare il passato e le incertezze del futuro. La donna si apre ad energie e istinti più antichi e primordiali. La sua sessualità fiorisce come la luna piena, ma invece di portare le sue energie nel mondo fisico, accresce la sua spiritualità.


Potreste scoprire che il vostro ciclo può essere ulteriormente diviso; identificando ogni fase in voi stesse e dando ad esse un simbolo particolare potreste iniziare ad accettare e risvegliare ogni lato della vostra natura!

Buon Viaggio...


                                                           IL PICCOLO DREAMER PROGRAMMATORE DI MONDI


                                                                  PROSSIMI EVENTI IN PROGRAMMA

                                     TORINO, 30 MARZO: LEZIONE DI FELICITà DEL PICCOLO DREAMER



                              MILANO 16/17 APRILE SEMINARIO BASIC SCHOOL FOR DREAMERS

Post popolari in questo blog

Chi crede nella magia è destinato a incontrarla!

Tutti dicono di voler essere felici, tutti dicono che darebbero qualsiasi cosa per esserlo, pochi ci provano veramente, tutti quelli che ci hanno provato sinceramente ci sono riusciti. Esattamente, chi desidera VERAMENTE essere felice ci riesce, nonostante le maree della vita, nonostante le delusioni, i momenti tristi e difficili, nonostante tutto si può essere felici in questi tempi bui. Non si tratta di pensiero positivo o di auto-inganno ma di vero lavoro interiore, con l’intento di trovare l’armonia. L’armonia è la chiave della felicità. Pensate alla musica, se qualcosa stona, se non c’è armonia non si può nemmeno parlare di musica. Così siamo noi, come delle sinfonie, se vogliamo essere felici dobbiamo trovare il giusto ritmo, le giuste note e le giuste parole per sentirci bene nella nostra vita. La magia ha tante forme e colori ma quella che voglio trattare oggi, è la semplice magia del cuore, magia intesa come uso della volontà per raggiungere un obiettivo predefinito. Essendo …

La leggenda delle fate dell’acqua

Un’antica leggenda narra la storia di una bambina che conosceva il segreto per comunicare con le fate dell’acqua, attraverso questa conoscenza, la piccola riusciva a far sì che ogni suo desiderio si avverasse. La bambina si chiamava Iris e viveva in una piccola casa di campagna, in compagnia di sua nonna e di tre gatti. La piccola trascorreva i suoi giorni nei campi e ogni giorno si recava al fiume per lavare i propri panni insieme alla nonna e alle altre donne del villaggio. Un bel giorno d’estate la nonna chiese alla piccola Iris di andare al fiume da sola, la calda temperatura estiva era troppo alta per l’anziana signora, le causava capogiri e svenimenti e per la prima volta Iris, presa la cesta della biancheria sporca si avviò in direzione del fiume, accompagnata solamente dai tre gatti che la seguivano ovunque; quale fu la sua sorpresa nel vedere che quel giorno non c’era nessun’altra donna. “Che strano, amici miei” disse ai suoi gatti “oggi non c’è nessuno, per la prima volta son…

Le schiavitù di una moderna donna occidentale

Viviamo un'epoca strana, ricca di contraddizioni nella quale quel che ci raccontano si scontra spesso con ciò che viviamo. L’educazione alla femminilità è un argomento sul quale poche donne si fermano a riflettere. Se facciamo un passo indietro, ai ricordi della nostra infanzia molte di noi avranno memoria dei primi vestitini e delle prime bambole, dei fiocchetti rosa e dei grembiulini. Fin da piccole ci è stato insegnato che una signorina non fa questo né quello, che deve essere gentile, accomodante ed educata. Siamo state abituate ad un occhio di riguardo ma anche ad una maggiore severità rispetto ai nostri compagni maschi. Quell’atteggiamento aggressivo che veniva tollerato nei bambini durante la prima infanzia subiva una totale repressione nelle bambine, così come ogni accenno di femminilità quale il semplice desiderio di una bambola per un maschio non veniva visto di buon occhio, poteva essere il primo segnale di una scelta sessuale differente in età adulta.


Tutto questo ci è s…