Passa ai contenuti principali

La Fantasia e la Via del Cuore

Vi sono due forme di immaginazione, una è nota come “immaginazione sintetica” e l’altra come “immaginazione creativa. 
L’immaginazione sintetica è quella che usa vecchi concetti o piani sviluppando da essi nuove combinazioni, questa forma di immaginazione non crea nulla ma è utile per lo sviluppo di soluzioni alternative. Attraverso l’immaginazione creativa invece la mente ha accesso direttamente all’Intelligenza Infinita, un mezzo che permette all’intuizione ed all’ispirazione di manifestarsi aprendo la porta di accesso alla creazione.  Entrambe le forme di immaginazione vanno coltivate e sviluppate perché entrambe ci permettono di conoscerci, conoscere e creare. A causa di un sistema educativo che castra sin dall’infanzia le qualità immaginative dell’essere molte persone perdono la capacità di immaginare ma queste non sono perdute per sempre, possono essere riportate alla luce attraverso milioni di giochi diversi ed esercizi gioiosi, questo è il progetto che sto portando avanti con il mio Laboratorio Fantastico.

La fantasia è la Dea che ci permette di accedere alle soluzioni là dove molti vedono solo il problema, è la chiave del genio, la musa di tutti gli artisti, l’intuizione di ogni matematico. Capita spesso che le persone che vengono da me credano di aver perso la loro capacità di creare, che ricadano negli schemi dell’immaginazione sintetica e non riescano, inizialmente, ad accedere all’immaginazione creativa. Questo accade semplicemente perché la fantasia è come un muscolo che va allenato e stimolato, la porta d’accesso al nostro mondo interiore è rimasta chiusa per tanto tempo, magari è stata sbattuta con forza al classico “stai con i piedi per terra”, così è naturale che ci voglia un po’ di olio in più affinché si possa spalancare per permetterci di spiegare le nostre ali e volare nel cuore.  Ogni grande realizzazione nasce da un’idea frutto della nostra immaginazione creativa, della nostra apertura all’Intelligenza Infinita, se ripercorriamo la storia di ogni grande e piccola impresa realizzata dall’uomo, troveremo che prima di tutto c’è stata un’idea, un’intuizione, sono le idee che creano la storia e non viceversa.  Consiglio a tutti di cominciare ad aprirsi a questa visione della creazione fantastica, è la strada del cuore.
Buon Viaggio




                                     "Quel che una Strega sa" di Vega Roze

                       http://lnx.schoolfordreamers.com/quel-che-una-strega-sa/

Post popolari in questo blog

Chi crede nella magia è destinato a incontrarla!

Tutti dicono di voler essere felici, tutti dicono che darebbero qualsiasi cosa per esserlo, pochi ci provano veramente, tutti quelli che ci hanno provato sinceramente ci sono riusciti. Esattamente, chi desidera VERAMENTE essere felice ci riesce, nonostante le maree della vita, nonostante le delusioni, i momenti tristi e difficili, nonostante tutto si può essere felici in questi tempi bui. Non si tratta di pensiero positivo o di auto-inganno ma di vero lavoro interiore, con l’intento di trovare l’armonia. L’armonia è la chiave della felicità. Pensate alla musica, se qualcosa stona, se non c’è armonia non si può nemmeno parlare di musica. Così siamo noi, come delle sinfonie, se vogliamo essere felici dobbiamo trovare il giusto ritmo, le giuste note e le giuste parole per sentirci bene nella nostra vita. La magia ha tante forme e colori ma quella che voglio trattare oggi, è la semplice magia del cuore, magia intesa come uso della volontà per raggiungere un obiettivo predefinito. Essendo …

Il libro che tutti i genitori dovrebbero leggere

“L’inizio è stato come uno schiaffo, tutto di un colpo mi sono resa conto che ero talmente immersa nel ruolo di madre da essermi dimenticata cosa significa essere bambina. Una doccia gelata che mi ha risvegliata.” Sara, Varese


“Ho letto il libro insieme a mio figlio di 5 anni, ero convinto di leggere il libro a lui e per lui, tutte le sere una decina di pagine, le figure, le spiegazioni delle parole difficili. Il Piccolo Dreamer dà continui spunti che spronavano mio figlio a parlare, a raccontarmi delle sue emozioni e a chiedermi di me, non avevo mai avuto con lui un tale dialogo che non si è più interrotto. Grazie!” Massimo, Milano
“Ho acquistato il Piccolo Dreamer, seguendo il consiglio di un’amica, prima di darlo a mia figlia ho voluto leggerlo io e ho capito tanti errori che come madre non mi rendevo conto di fare. Dovrebbe essere un libro per bambini ma lo ritengo un testo per adulti, ora vedo mia figlia di 12 anni con occhi diversi, e il nostro rapporto è migliorato tantissimo. Tutt…

Come iniziare a praticare la Magia del Cuore 2°Parte

Nel post precedente abbiamo parlato di reale volontà, per comprendere più in profondità questa definizione dobbiamo osservarci con un occhio esterno: tutto quel che abbiamo realizzato, tutto ciò che abbiamo vissuto, persino il nostro aspetto fisico è frutto di una volontà nostra, magari inconscia, nascosta, ma tutto ciò che è si mantiene in essere grazie all’energia che ci abbiamo investito. 

Spesso si è insoddisfatti del proprio presente, qualcosa non torna, non era esattamente così che sognavamo la nostra vita eppure quel che siamo oggi è il risultato dei nostri pensieri e delle nostre azioni passate. Molti di noi hanno un meccanismo interno che li porta a un autocritica feroce e spietata di se stessi, non riescono a vedere quanto in realtà abbiano già realizzato, quanto in realtà siano belli, ricchi di talento e qualità. Per comprendere quindi i meccanismi che ci pilotano basta osservare quel che manifestiamo in questo momento, e se quel che vediamo non ci piace significa che non si…