Passa ai contenuti principali

Uscire dagli stati d'animo "negativi"

Gli stati d’animo che proviamo nel corso della giornata sono dovuti a continui mutamenti, le sensazioni al risveglio, gli incontri della giornata, una parola, uno sguardo,  fanno cambiare repentinamente e in un attimo il nostro sguardo sul mondo. La descrizione del mondo ci avvolge, e molti di noi sono convinti che ad esso si possa solo reagire senza controllo, così è, fino a che non ci si rende conto che non siamo noi a rispondere alla Vita ma è la Vita a seguire i nostri palpiti. Per comprendere questo concetto in modo più semplice possiamo dire che prima si è felici e solo dopo si manifesteranno occasioni di felicità, quante volte col senno di poi ci rendiamo conto che quel che ci era apparso come un male si è trasformato in benedizione? A seguito del post precedente: http://vegagiorgiaroze.blogspot.it/2015/07/il-segreto-della-felicita.html, ho ricevuto molti messaggi da parte di Streghe che seguono la Via del Cuore nei quali mi veniva richiesto un incantesimo per poter uscire rapidamente dagli stati d’animo negativi e rimettersi sulla Via dell’Armonia.  Quel che voglio dirti è che non esiste un solo incantesimo adatto a questo scopo ma diverse pratiche che, se applicate tempestivamente e con costanza ci permettono di convertire una catena di eventi negativi in una strada di gioia. E’ importante ricordare che nessuno meglio di te può sapere quale sia la pratica adatta, ti consiglio quindi di sperimentare quel che ti suggerisco e di creare poi nuove formule, personali, divertendoti a giocare con te stessa, scoprendo la divinità che c’è in te.

Pratiche per ritrovare l’armonia

Per prima cosa ti consiglio di acquistare dell’olio essenziale di mandarino, la sua fragranza rilassante e benefica ha effetti magici sull’umore, diffondere quest’aroma in un ambiente dona serenità e
allegria. In caso di forte stress l’olio di lavanda fa miracoli e riporta pace e tranquillità anche negli animi più turbati. Usare questi oli abitualmente creerà nei tuoi stati interiori una calma di fondo, imprescindibile per poter rispondere agli stimoli esterni con lucidità e chiarezza.
Un altro strumento molto potente ci viene donato dall’arte musicale: scegli alcune canzoni che ti mettono di buon umore, quel tipo di melodie che non puoi fare a meno di canticchiare e ballare ogni volta che le ascolti. Tieni queste canzoni felici a portata di mano, scaricale sul tuo telefono, nel pc etc. Quando ti troverai in una situazione alla quale stai reagendo negativamente trova la forza di accendere la musica, vedrai che passati i primi 30 secondi di resistenza iniziale nel quale penserai di essere pazzo e probabilmente manderai qualche maledizione alla sottoscritta, il tuo stato d’animo cambierà repentinamente, ballerai e canterai e come per magia di ritroverai di nuovo su di una scia di eventi fortunati.
Un altro strumento, forse il più prezioso ci viene fornito dal nostro stesso corpo, si tratta del respiro, avere controllo sul proprio respiro significa essere in grado di intervenire all’istante su ogni tipo di stato d’animo, è necessaria un po’ di forza di volontà ma i risultati non tarderanno, per maggiori informazioni guarda il video: https://www.youtube.com/watch?v=gI6g81ENJQc
e tutti gli altri video di Giovanni Gnecchi nei quali il tema del respiro viene affrontato e spiegato con chiarezza e semplicità in tutte le sue sfaccettature. Ringrazio Giovanni per il lavoro straordinario che svolge in questo mondo e per essere mio amico!

Chiaramente ci sono molte altre pratiche che possono essere adatte allo scopo di cambiare il proprio stato d’animo, esplora quel che vuoi ricordando sempre che sei il Mago del tuo sogno individuale, la Strega che ha nel cuore ogni risposta…

Come sempre puoi scrivermi per dirmi come queste pratiche hanno reso speciali le tue giornate.

Buon Viaggio!




Post popolari in questo blog

Chi crede nella magia è destinato a incontrarla!

Tutti dicono di voler essere felici, tutti dicono che darebbero qualsiasi cosa per esserlo, pochi ci provano veramente, tutti quelli che ci hanno provato sinceramente ci sono riusciti. Esattamente, chi desidera VERAMENTE essere felice ci riesce, nonostante le maree della vita, nonostante le delusioni, i momenti tristi e difficili, nonostante tutto si può essere felici in questi tempi bui. Non si tratta di pensiero positivo o di auto-inganno ma di vero lavoro interiore, con l’intento di trovare l’armonia. L’armonia è la chiave della felicità. Pensate alla musica, se qualcosa stona, se non c’è armonia non si può nemmeno parlare di musica. Così siamo noi, come delle sinfonie, se vogliamo essere felici dobbiamo trovare il giusto ritmo, le giuste note e le giuste parole per sentirci bene nella nostra vita. La magia ha tante forme e colori ma quella che voglio trattare oggi, è la semplice magia del cuore, magia intesa come uso della volontà per raggiungere un obiettivo predefinito. Essendo …

La leggenda delle fate dell’acqua

Un’antica leggenda narra la storia di una bambina che conosceva il segreto per comunicare con le fate dell’acqua, attraverso questa conoscenza, la piccola riusciva a far sì che ogni suo desiderio si avverasse. La bambina si chiamava Iris e viveva in una piccola casa di campagna, in compagnia di sua nonna e di tre gatti. La piccola trascorreva i suoi giorni nei campi e ogni giorno si recava al fiume per lavare i propri panni insieme alla nonna e alle altre donne del villaggio. Un bel giorno d’estate la nonna chiese alla piccola Iris di andare al fiume da sola, la calda temperatura estiva era troppo alta per l’anziana signora, le causava capogiri e svenimenti e per la prima volta Iris, presa la cesta della biancheria sporca si avviò in direzione del fiume, accompagnata solamente dai tre gatti che la seguivano ovunque; quale fu la sua sorpresa nel vedere che quel giorno non c’era nessun’altra donna. “Che strano, amici miei” disse ai suoi gatti “oggi non c’è nessuno, per la prima volta son…

Le schiavitù di una moderna donna occidentale

Viviamo un'epoca strana, ricca di contraddizioni nella quale quel che ci raccontano si scontra spesso con ciò che viviamo. L’educazione alla femminilità è un argomento sul quale poche donne si fermano a riflettere. Se facciamo un passo indietro, ai ricordi della nostra infanzia molte di noi avranno memoria dei primi vestitini e delle prime bambole, dei fiocchetti rosa e dei grembiulini. Fin da piccole ci è stato insegnato che una signorina non fa questo né quello, che deve essere gentile, accomodante ed educata. Siamo state abituate ad un occhio di riguardo ma anche ad una maggiore severità rispetto ai nostri compagni maschi. Quell’atteggiamento aggressivo che veniva tollerato nei bambini durante la prima infanzia subiva una totale repressione nelle bambine, così come ogni accenno di femminilità quale il semplice desiderio di una bambola per un maschio non veniva visto di buon occhio, poteva essere il primo segnale di una scelta sessuale differente in età adulta.


Tutto questo ci è s…