Pagine

sabato 21 marzo 2015

Incantesimo per aprire il cuore

Ci sono momenti nei quali ci troviamo a fronteggiare situazioni inattese, difficoltà e sofferenze: qualcuno ci ferisce, crediamo di subire un’ingiustizia. La lista delle occasioni nelle quali siamo pronti a mettere la nostra felicità nelle mani del prossimo potrebbe essere infinita. L’educazione ci ha portati a credere di essere effetto e non causa della nostra esistenza, e visto che siamo pigri per natura, spesso non mettiamo neanche in discussione ciò che ci hanno insegnato.  Tutto questo ha uno scopo, anche un’educazione distorta, il suo fine è quello di spronarci a conoscere noi stessi, la nostra essenza magica, esprimere il nostro potenziale. 
La chiave di questa scoperta straordinaria è l’osservazione di sé, chi la pratica già da tempo sa che ogni persona è causa e non effetto di tutto ciò che vive, la vita non ci accade, la vita ci risponde. Ogni volta che qualcuno ci ferisce in realtà ci sta facendo un favore, sta mettendo a nudo le nostre paure, infilando un coltello nelle nostre piaghe, questo ci permette di riconoscerle e sanarle. 
Se ci prendiamo cura di noi nessuno potrà farci del male, non sarà necessario e potremo così vivere nella gioia dell’essere, in questo mondo magico e meraviglioso.

Come promesso nel precedente post, condivido con voi un’altra formula magica di gioia, che va ripetuta e rivolta nei confronti di chi ci ha aiutati a conoscerci meglio, ripetetela ogni sera con costanza e ne vedrete i benefici risultati molto presto. 
Ricordiamoci sempre che la magia è quella forza invisibile che ci guida e ci accompagna in ogni attimo, sta a noi aprire il nostro cuore e seguirla.
Aspetto i vostri messaggi di condivisione dell’esperienza che vivrete. Grazie!


Buon Viaggio!




                                               Incantesimo per aprire il cuore

Che voi siate benedetti,
grazie a voi posso liberami dal dolore,
grazie al vostro sacrificio posso liberarmi dalle paure,
grazie alla vostra costanza ho potuto varcare le soglie della percezione,
cavalcare onde di sabbia,
infrangermi contro gli scogli della verità.

Che voi siate benedetti,
 il vostro compito è terribile, tragico, pieno d’amore.

Che voi siate benedetti, per puntare senza sosta il vostro dito nella mia ferita sanguinante fino al momento in cui esausta non decido di guardarla, di viverla e sanarla.

Che voi siate benedetti, la gratitudine si specchia in quest’attimo eterno, soffia dai miei pori ad ogni angolo dell’universo.

 Che voi siate benedetti, da qui  ora e per sempre…com’è dolce lasciarsi trasportare da questo cielo d’amore, infine viva…infine vera.


Grazie




                                                                
                                    A questo link puoi acquistare il libro con 15% di sconto