Passa ai contenuti principali

La Magia delle Donne


Da circa due anni, ho iniziato un progetto dal nome: “Il Risveglio della Dea interiore”, che consiste in un ciclo di incontri tra persone che desiderano trovare in se stesse l’essenza della Dea Madre e vivere l’esperienza che porta questo risveglio. 
Gli incontri sono aperti a tutti ma vi è una partecipazione quasi esclusivamente femminile, il che mi ha portata a incontrare moltissime donne e a scoprire ad ogni incontro, volti nuovi della femminilità. E’ incredibile quanti modi diversi ci siano di esprimersi, di essere madre, di vivere la sessualità, rimango spesso incantata ad osservare le donne che mi circondano. 


C’è una strana magia nei loro occhi, un mistero del quale ogni donna è portatrice, c’è chi ne è conscia e chi no, ma tutte quante esprimono in modo unico e irripetibile i mille volti della Dea. Ogni donna che ho incontrato e con la quale ho avuto l’onore di lavorare ha due volti: uno è dolce e accogliente, l’altro è combattivo e guerriero, una mano sul cuore e una sulla spada, questo aspetto è affascinante e meraviglioso al tempo stesso, esprime quell’armonia profonda connessa alla natura terrestre del corpo fisico, si accoglie la vita e si combatte per difenderla, a qualsiasi costo. Ho ascoltato decine di racconti di vita incredibili, straordinari e assistito a profonde trasformazioni. Quando una donna mette il cuore in ciò che fa non esiste nulla che può fermarla, donne che diventano madri dopo esser state dichiarate sterili, donne che guariscono da malattie che la medicina ufficiale definisce incurabili, donne che hanno attraversato il pianeta per essere accanto a chi amano, donne che hanno reinventato se stesse decine di volte in una sola vita, che si sono annientate e sono rinate, donne che hanno superato violenze terribili, donne che hanno creato famiglie felici etc. Ma, al di là di ciò che ogni donna riesca a manifestare nella propria vita quotidiana, la vera Magia delle donne è il mistero, quel mistero d’amore e di sensazioni che accompagna l’essere femminile, è impossibile definirlo con esattezza ma sono certa che ogni donna che leggerà questo articolo saprà di che cosa sto parlando. 
Si dice che in ogni donna c’è una Strega, io credo che questo sia vero ma nella maggior parte dei casi è solo una strega potenziale, poiché tante sono le donne che rifiutano il mistero che le avvolge, educate secondo un sistema di pensiero maschile, vogliono razionalizzare, spiegare quel che non può esser definito con le parole. Fin dall’antichità troviamo testimonianze del fatto che siano sempre state le donne a prendersi cura del focolare, e si trovano spiegazioni maschili a questa tradizione, spiegazioni superficiali legate alla sopravvivenza del copro fisico o della cura della prole, ma io credo che la motivazione sia più profonda poiché per una donna è più facile custodire il fuoco per lungo tempo. 


Attraverso l’esperienza della ciclicità del proprio corpo legata al ciclo mestruale, ogni donna ha una familiarità profonda con gli elementi, familiarità che un uomo invece deve costruire attraverso impegno e pratica (questo non significa che gli uomini siano inferiori ma semplicemente che ciascuno ha i propri doni). 
La donna si purifica ogni 28 giorni attraverso il fuoco che si accende nel suo grembo, che brucia, trasforma e dissolve, per questo è naturalmente portata a gestire la fiamma, a sopportarne il calore, a equilibrarlo. Da qui inizia il viaggio, il viaggio nel mistero e nella Magia delle donne, un strada che sto percorrendo in prima persona. Mi ritengo benedetta e privilegiata per avere l’onore di essere accanto a così tante anime lungo la via…grazie per tutto ciò che mi state donando.
Con Amore

Vega


            Ecco le prossime date de: "Il Risveglio della Dea Interiore"
Asti
14 aprile, 2018

Torino
16 aprile, 2018

Brescia
26 aprile, 2018

Se desideri maggiori informazioni, per info costi/prenotazioni o se desideri organizzare un cerchio del Risveglio della Dea nella tua città scrivi un mail all'indirizzo: vegaro24@gmail.com



                   Prossimi incontri del Laboratorio MagicoFantastico:

Torino
15 aprile, 2018
Trieste 
28 aprile, 2018


Se desideri maggiori informazioni, per info costi/prenotazioni  scrivi un mail all'indirizzo: vegaro24@gmail.com


                                                 E' uscito il mio nuovo libro! 
                                           "Storia di Oliver e del suo cestino" 
                                        Una dolce favola per i grandi e piccoli
                                         Per acquistalo on line    CLICCA QUI





Ti ricordo che da questo mese se lo desideri, puoi acquistare i miei libri direttamente da me con una dedica personale e unica scrivendo all'indirizzo mail: vegaro24@gmail.com




                                  La quadratura del cerchio




                                    Quel che una Strega sa



                           

                                                    IL PICCOLO DREAMER




Per conoscere il "Progetto Felicità del Piccolo Dreamer" e le lezioni di felicità nelle scuole elementari CLICCA QUI !

Tutti i testi degli articoli di questo blog sono di Vega Roze, tutti i diritti riservati.





Post popolari in questo blog

Chi crede nella magia è destinato a incontrarla!

Tutti dicono di voler essere felici, tutti dicono che darebbero qualsiasi cosa per esserlo, pochi ci provano veramente, tutti quelli che ci hanno provato sinceramente ci sono riusciti. Esattamente, chi desidera VERAMENTE essere felice ci riesce, nonostante le maree della vita, nonostante le delusioni, i momenti tristi e difficili, nonostante tutto si può essere felici in questi tempi bui. Non si tratta di pensiero positivo o di auto-inganno ma di vero lavoro interiore, con l’intento di trovare l’armonia. L’armonia è la chiave della felicità. Pensate alla musica, se qualcosa stona, se non c’è armonia non si può nemmeno parlare di musica. Così siamo noi, come delle sinfonie, se vogliamo essere felici dobbiamo trovare il giusto ritmo, le giuste note e le giuste parole per sentirci bene nella nostra vita. La magia ha tante forme e colori ma quella che voglio trattare oggi, è la semplice magia del cuore, magia intesa come uso della volontà per raggiungere un obiettivo predefinito. Essendo …

La leggenda delle fate dell’acqua

Un’antica leggenda narra la storia di una bambina che conosceva il segreto per comunicare con le fate dell’acqua, attraverso questa conoscenza, la piccola riusciva a far sì che ogni suo desiderio si avverasse. La bambina si chiamava Iris e viveva in una piccola casa di campagna, in compagnia di sua nonna e di tre gatti. La piccola trascorreva i suoi giorni nei campi e ogni giorno si recava al fiume per lavare i propri panni insieme alla nonna e alle altre donne del villaggio. Un bel giorno d’estate la nonna chiese alla piccola Iris di andare al fiume da sola, la calda temperatura estiva era troppo alta per l’anziana signora, le causava capogiri e svenimenti e per la prima volta Iris, presa la cesta della biancheria sporca si avviò in direzione del fiume, accompagnata solamente dai tre gatti che la seguivano ovunque; quale fu la sua sorpresa nel vedere che quel giorno non c’era nessun’altra donna. “Che strano, amici miei” disse ai suoi gatti “oggi non c’è nessuno, per la prima volta son…

Le schiavitù di una moderna donna occidentale

Viviamo un'epoca strana, ricca di contraddizioni nella quale quel che ci raccontano si scontra spesso con ciò che viviamo. L’educazione alla femminilità è un argomento sul quale poche donne si fermano a riflettere. Se facciamo un passo indietro, ai ricordi della nostra infanzia molte di noi avranno memoria dei primi vestitini e delle prime bambole, dei fiocchetti rosa e dei grembiulini. Fin da piccole ci è stato insegnato che una signorina non fa questo né quello, che deve essere gentile, accomodante ed educata. Siamo state abituate ad un occhio di riguardo ma anche ad una maggiore severità rispetto ai nostri compagni maschi. Quell’atteggiamento aggressivo che veniva tollerato nei bambini durante la prima infanzia subiva una totale repressione nelle bambine, così come ogni accenno di femminilità quale il semplice desiderio di una bambola per un maschio non veniva visto di buon occhio, poteva essere il primo segnale di una scelta sessuale differente in età adulta.


Tutto questo ci è s…