Passa ai contenuti principali

"Lettera a una donna" di Vega Roze

"Scrivo questa lettera per te, donna. Per te che abbracci questa vita in un corpo femminile, morbido, esile e forte al tempo stesso. Per te che sei uscita dalla bellezza scontata delle riviste, che splendi di un fascino segreto e unico. A te, che tu sia alta, bassa, magra o grassa, brutta o bella, voglio dire che queste definizioni appartengono al mondo superficiale delle illusioni, il tuo aspetto non è una condanna ma una porta che hai scelto in altri tempi, in altri luoghi, atto allo scopo principe del viaggio di un’anima. A te, donna, voglio dire di non condannarti, di non giudicarti, di non vivere la vita che altri hanno scelto per il tuo corpo, per il tuo ruolo ma di aprire gli occhi alla tua vera essenza assecondando quell’intuito, dono naturale che accompagna gli esseri liberi di questa terra. Cara donna, l’educazione ti ha portata a vedere le altre donne come nemiche, rivali del cuore. L’educazione ti ha portata a credere che puoi esprimerti solo attraverso la maternità e che se non ci riesci o non ti importa qualcosa in te non va. L’educazione ancora ti impone la regalità nella tua casa, lì puoi essere liberamente regina di panni e piatti, certo puoi anche essere una manager di successo ma dato che sei donna, spettano a te certi compiti. 
Oggi voglio dirti che l’educazione è una menzogna, uno schema che ti è stato imposto per spingerti a romperlo non a seguirlo a capo chino. 
Tu sei pronta, adesso, per spezzare le trame illusorie di questa gabbia di fumo della quali credi di essere prigioniera. Rompi ora il tuo schema, trasforma i tuoi aguzzini in esseri liberi. Adesso, qui, scegli di vedere in ogni altra donna una sorella, di fare a lei solo ciò che faresti a te stessa, di non dire di lei quel che non vorresti udire sul tuo conto. Una sorella, un membro della tua famiglia, aiutala con il cuore se ti è possibile, rispetta i suoi amori e le sue debolezze. Rinuncia al tuo bisogno di sedurre, frutto della tua insicurezza, scegli un uomo da amare e sii fedele a te stessa, alla tua scelta. Se ancora non hai trovato il tuo compagno, rispetta la famiglia, ammira in silenzio l’amore altrui, non intrometterti ma aspetta fiduciosa chi sarà tuo e di nessun'altra. Lavora nel tuo punto di potere, nell’oscurità del tuo utero per portare alla luce i tuoi sogni. Se senti di voler essere madre asseconda la chiamata, ma non cedere alla spinta brutale della morale comune se questa non è la tua vocazione. Ci sono in giro troppi figli abbandonati che vivono sotto lo stesso tetto dei loro genitori.
Scegli per te stessa, crea la tua autonomia, condividi e collabora con anime affini. E quando finalmente sarai sorella di altre donne, forte e fiera, fai un passo in più, diventa sorella di ogni essere vivente, ama, rispetta, rompi gli schemi, condividi te stessa, abbraccia nel tuo cuore l’intera meraviglia di questo universo, sii libera, sii unica, sii felice. Non è forse questo quel che più desideri?
Con Amore

Vega Roze"

Tratto dal libro: "La quadratura del cerchio" di Vega Roze



Il libro è stato finalmente ristampato mantenendo la sua magia con qualche nuovo contenuto, se desideri prenotare la tua copia con dedica a un costo di 10,00 euro più le spese di spedizione scrivi una mail a: vegaro24@gmail.com

Se desideri acquistarlo on line CLICCA QUI

Post popolari in questo blog

Chi crede nella magia è destinato a incontrarla!

Tutti dicono di voler essere felici, tutti dicono che darebbero qualsiasi cosa per esserlo, pochi ci provano veramente, tutti quelli che ci hanno provato sinceramente ci sono riusciti. Esattamente, chi desidera VERAMENTE essere felice ci riesce, nonostante le maree della vita, nonostante le delusioni, i momenti tristi e difficili, nonostante tutto si può essere felici in questi tempi bui. Non si tratta di pensiero positivo o di auto-inganno ma di vero lavoro interiore, con l’intento di trovare l’armonia. L’armonia è la chiave della felicità. Pensate alla musica, se qualcosa stona, se non c’è armonia non si può nemmeno parlare di musica. Così siamo noi, come delle sinfonie, se vogliamo essere felici dobbiamo trovare il giusto ritmo, le giuste note e le giuste parole per sentirci bene nella nostra vita. La magia ha tante forme e colori ma quella che voglio trattare oggi, è la semplice magia del cuore, magia intesa come uso della volontà per raggiungere un obiettivo predefinito. Essendo …

Come iniziare a praticare la Magia del Cuore

Quando si parla di atto magico si intende un qualsiasi atto di volontà mirato ad uno scopo precedentemente definito, in questo senso qualsiasi atto intenzionale portato a compimento più definirsi atto magico. I problemi sorgono quasi per tutti a causa della mancata comprensione della proprio reale volontà. Viviamo in un mondo nel quale siamo continuamente stimolati a desiderare qualcosa che non abbiamo e spesso tentiamo di usare tutta la nostra energia al fine di ottenere quel qualcosa, ma dato che quel qualcosa non è la nostra vera volontà, ma la risposta ad uno stimolo esterno, non riusciamo mai raggiungerlo. 

Il primo lavoro che deve fare la persona interessata a praticare la Magia del Cuore, è scoprire la propria reale Volontà, senza questo allineamento interno, qualsiasi tipo di operazione atta a portare cambiamenti profondi sarà inutile e porterà con sé frustrazione e tristezza. Scoprire la propria reale volontà, è già di per sé, un lavoro magico che alcuni trovano impegnativo e …

Come iniziare a praticare la Magia del Cuore 2°Parte

Nel post precedente abbiamo parlato di reale volontà, per comprendere più in profondità questa definizione dobbiamo osservarci con un occhio esterno: tutto quel che abbiamo realizzato, tutto ciò che abbiamo vissuto, persino il nostro aspetto fisico è frutto di una volontà nostra, magari inconscia, nascosta, ma tutto ciò che è si mantiene in essere grazie all’energia che ci abbiamo investito. 

Spesso si è insoddisfatti del proprio presente, qualcosa non torna, non era esattamente così che sognavamo la nostra vita eppure quel che siamo oggi è il risultato dei nostri pensieri e delle nostre azioni passate. Molti di noi hanno un meccanismo interno che li porta a un autocritica feroce e spietata di se stessi, non riescono a vedere quanto in realtà abbiano già realizzato, quanto in realtà siano belli, ricchi di talento e qualità. Per comprendere quindi i meccanismi che ci pilotano basta osservare quel che manifestiamo in questo momento, e se quel che vediamo non ci piace significa che non si…