Pagine

venerdì 30 ottobre 2015

"L'Estasi nella Coppia, un miraggio raggiungibile solo se..." di Lorenzo Olivieri

Il godimento puro avviene solo se c'è libertà...
                      La libertà è presente solo se non vi è gelosia...
         La gelosia alimenta l'attaccamento e ci allontana dall'Estasi...

In queste 3 frasi è riassunto il tema che voglio condividere con questo
articolo, diciamo che potresti anche non continuare a leggere, ma se
proprio hai deciso di iniziare, ti consiglio di proseguire fino alla fine.
Non avrei mai pensato di scrivere un articolo di questo genere fino a quando l'esistenza non mi ha spinto a riflettere sulle mie sofferenze
e sui vari dolori degli amici a cui voglio bene.
Ma non è un articolo che parla di ESTASI?
Si lo è, ma non pensare di arrivare all'ESTASI senza prima sublimare
l'attaccamento e la gelosia...

La sofferenza per Amore è una piaga sociale, ognuno di noi ci è passato numerose volte nella vita, alcuni continuano ad attraversare queste sofferenze, come in un loop senza fine, sembra qualcosa impossibile da bloccare, ma esiste una via d'uscita ed è la ricerca dell'Estasi.

Prima di arrivarci analizziamo la parola “amore” e scopriamo che questo termine non significa nulla da solo, siamo noi a dargli un significato. In molti parlano di amore ma in realtà pensano alla gelosia, all'attaccamento, al bisogno!
Quando la maggior parte delle persone dice di amare pensa sempre e solo a se stessa.

Solo apparentemente due fidanzati si dicono: “ Ti amo”  l'un l'altro, (ci siamo passati tutti) se ci fosse qualcuno a tradurre i loro pensieri, il risultato sarebbe: “Ti amo se tu mi ami, ti sono fedele se tu mi sei fedele, amo solo te se tu fai lo stesso con me”, insomma un grande abbaglio globale.
Se vogliamo dare un significato all'Amore, quello che si avvicina di più è: volere il bene supremo dell'altra persona… STOP.  
L'altra persona non è obbligata a ricambiare questo tuo amore.

Ripeto:
La persona che ami non è obbligata a ricambiare il tuo amore.

E' qui che entra in gioco l'Estasi...prendiamo il caso in cui due persone si incontrino, sentano un'attrazione che è impossibile spiegare a qualcun altro, si amino, rendendosi conto di essere Liberi nel loro Amore. 
In che senso? Non cercano nulla dall'altra persona, ognuno si offre INCONDIZIONATAMENTE.



Amore incondizionato...significa che se tu desideri la libertà, devi essere il primo o la prima a offrirla...se non lasci libera l'altra persona non puoi pretendere nulla più dell'amore geloso, l'amore dei tele-film e delle trasmissioni di Maria de Filippi.

Abbiamo appena oltrepassato il primo stadio...e sappiamo, viste le sofferenze per amore che ci sono in giro, che poche persone riescono a superarlo.
Il secondo stadio è l'Alleanza Animica di due individui liberi, la coppia non è più formata da due metà e possiamo dire che potrebbe anche non chiamarsi più coppia, perché?
Perché l'Alleanza Animica nasce quando ci rendiamo conto della Maestosità di chi abbiamo accanto.
La sensazione che dona condividere degli attimi di vita insieme ad una persona che gode della tua presenza senza richiedere nulla in cambio non si può chiamare coppia.
La coppia così come la intendiamo in questa terra, ha dei diritti e doveri sanciti dal patto scritto davanti alla Legge o all'Universo. L'estasi è possibile solo fuori da quella che chiamiamo “coppia” e solo se riusciamo a superare questa divisione.

Intrapresa la via dell'Estasi non si può più tornare indietro, è come quando si decide di varcare una soglia, su quella soglia appaiono tutti i "mostri" che una persona ha dentro di sé. Se riusciamo a guardare in faccia questi "mostri" senza spaventarci, ci affacciamo dentro il nostro Essere e vi intravediamo una LUCE INTERIORE INFINITA che non avevamo mai visto e finalmente riusciamo a distinguere la "LUCE" del Sole da quella dei "Focolari".

LA LUCE CI DONA L'ESTASI
I FOCOLARI CI DONANO SOFFERENZA

Nella via verso l'Infinito non esistono solo Ombra e Luce, esiste anche una Luce "FINTA", che dobbiamo imparare a riconoscere e purificare offrendo ad essa tutte le nostre sofferenze.

La Luce finta è il Focolare delle nostre sofferenze...
L'ESTASI appare quando il calore di questo FOCOLARE si spegne.














sabato 24 ottobre 2015

Quando il velo tra i mondi si fa più sottile...

E’ un momento molto particolare, le persone più sensibili o sensitive in questi giorni si trovano sballottate, non comprendono cosa stia accadendo e pensano di aver perso il loro centro. In questo giorni il velo tra i mondi si fa più sottile, questo significa che le essenze delle varie realtà si sfiorano e si scontrano con più facilità, questo incontro sposta il punto di unione e cambia la nostra percezione dello spazio circostante. 
Gli eventi, le persone, persino i paesaggi possono apparirci leggermente diversi. Dobbiamo sempre ricordare che questa è l’essenza di questo periodo dell’anno, nella stagione della fine del raccolto mettiamo ordine e verifichiamo quel che abbiamo seminato, possiamo trovare frutti prelibati e piante marce, a noi il compito di dividere e sbarazzarci di quel che non ci serve e conservare e quel che ci nutrirà per tutto l’inverno, fino alla nuova semina. Questo è un periodo che dovremmo dedicare al riposo, nell’antichità in questa settimana si chiudeva anche la stagione della caccia, anche se i tempi sono cambiati la natura segue comunque il suo ciclo armonico, e noi come esseri umani siamo esseri naturali, è quindi giusto rispettare la nostra natura e i cicli vitali delle stagioni.  Per quanto la nostra società moderna continui nel suo progresso tecnologico sempre più persone stanno tornando alla natura, questo fa sì che energie assopite tornino a nuova vita, e sono forze molto potenti che ad un occhio inesperto potrebbe apparire “negative”, ma in natura non esistono forze negative, tutto è armonia, sta a noi respirare lentamente il canto della Dea Madre e accogliere i vari mutamenti. 


In molti mi hanno parlato di notti difficili e sogni che appaiono incubi, io stessa sono toccata nel vivo da questa realtà e mi rendo conto che questi sogni e questa apparentemente confusioni sono propri i messaggi di queste essenze differenti, ci mostrano le nostre paure per spronarci a superarle, trasformandole, consiglio quindi a tutti di scrivere i propri sogni di queste notti al risveglio, contengono preziosi messaggi di guarigione. Consiglio anche di dedicare questa settimana che precede il Samhain alla purificazione del corpo e dello spirito, in modo da poter accogliere i messaggi che ci giungono dall’altra parte del velo e di poter a nostra volta essere luce e guida per chi vive in una realtà a noi invisibile. In questo meraviglioso universo convivono miliardi di realtà diverse che raramente riescono a incontrarsi coscientemente, apriamo quindi il cuore e gli occhi e ricordiamo sempre che se ci sono essenze che ci consigliano e ci guidano, allo stesso modo noi siamo faro di amore e guarigione per altre essenze in uno splendido cerchio cosmico di armonia, amore e bellezza.
Grazie.

Buon viaggio...

                               "Quel che una Strega sa"





giovedì 15 ottobre 2015

Il Progetto Felicità

Il Progetto Felicità nasce per rispondere a un’esigenza, quella di mostrare che la vita è un’esperienza meravigliosa se la si vive con la gioia nel cuore. I mass media monopolizzano una campagna contro l’umanità potentissima, quel che viene trasmesso 24 ore su 24 è che il mondo è un luogo terribile, pieno di pericoli dove bisogna fare attenzione e stare sempre allerta perché il dolore e la violenza ti seguono a un passo di distanza. Nelle scuole viene insegnata la cronaca di tutte le guerre e tutti soprusi che gli uomini hanno commesso gli uni contro gli altri per accaparrarsi un pezzo di terra, oro o potere, si insegna che è con la guerra che si ottiene la pace e che tutta la vita sarà una perenne lotta contro tutto e tutti per guadagnarsi un posto al sole e un po’ di serenità. L’uomo ordinario vive accompagnato da un perenne stato d’animo d’angoscia e timore, ha paura persino di coloro che ama, ma perché avviene tutto questo?
La risposta in realtà è molto semplice, la gente crede che la felicità sia provocata da fattori esterni, pensa che la felicità sia qualcosa che si trova “là fuori” , che sia la risposta a uno stimolo ma questo nella realtà dei fatti non è vero. Tutti noi conosciamo persone sempre allegre, che non si lamentano mai e che hanno  sempre una buona parola per tutti, queste persone portano la loro gioia in giro per il mondo e la condividono con gli altri, quando si alzano la mattina sono già di buon umore perché hanno capito che la felicità, quella vera, non può venire dall’esterno, mai.
Il Progetto Felicità nasce con l’ambizioso quanto semplice intento di deprogrammare la visione catastrofica dell’esistenza, unisce esercizi e pratiche volti a permettere a chi le pratica di trovare il pozzo della felicità nel proprio cuore e si rivolge a bambini di ogni età. Nel mio libro: “Il Piccolo Dreamer- Programmatore di Mondi” ho inserito un concetto già noto all’estero e quasi sconosciuto in Italia si tratta dell’idea di “Lezioni di Felicità”, durante queste lezioni i partecipanti scoprono che la felicità vive dentro di loro e imparano come accedervi a proprio piacimento.
A partire dal mese di gennaio 2016 inizierò a portare questo progetto in giro per l’Italia, tenendo Lezioni di Felicità nelle scuole per i più piccoli e nelle associazioni per i grandi, molti relatori straordinari e competenti hanno già aderito a questo progetto e mi accompagneranno durante queste Lezioni. Se sei interessato a frequentarne una, oppure se gestisci un’associazione o sei un’insegnante e desideri avere una Lezione di Felicità all’interno della tua struttura scrivi a:  info@progettofelicita.org indicando il tuo nome e cognome, città e motivazione.
Presenterò per la prima volta il Progetto Felicità domenica 18 ottobre a Milano al Dreamers Day, se sei in zona cogli l'occasione per venire a trovarmi!

Grazie dal profondo del cuore a tutti coloro che già hanno aderito al Progetto e a chi aderirà in futuro, da parte mia e da parte di tutti i bambini del mondo che meritano un futuro felice!

Buon Viaggio...


venerdì 9 ottobre 2015

Il vero significato dei Sogni


La parola Sogno è sempre densa di significati, la associamo ai nostri viaggi tra i mondi a occhi chiusi, richiama misteri e desideri. Il dizionario etimologico ci dice che la parola sogno deriva da sonno definito come “la cessazione momentanea dall’attività della vita animale”, significa forse che quando sogniamo abbandoniamo temporaneamente queste spoglie mortali e ci trasformiamo in qualcos’altro? Che cessando l’attività della vita animale permettiamo alla divinità di esprimersi? Potremmo fantasticare all’infinito sui misteri e sulla saggezza contenuti nella nostra meravigliosa lingua italiana, ma oggi, in questa sede voglio che tu ti ponga una domanda: cos’è per te il Sogno? Qualcosa di relegato al mondo della notte e magari alle fantasie di un bambino o qualcosa di reale?

Ci sono molti testi e tante persone competenti pronti a interpretare il significato dei sogni a occhi chiusi, ma non c’è nessuno che esplora il mondo incantato dei sogni a occhi aperti. Perché la nostra immaginazione ci permette di creare altri mondi attraverso la mente? Perché ci permette di vedere futuri possibili e soluzioni alternative se non per indicarci una strada? Una strada che possiamo realmente percorrere “se”…
Se decidiamo di prendere in mano le redini del nostro destino, se ci imponiamo a dispetto di tutto e tutti una visione alternativa di noi stessi, se prima di ogni altra cosa: ci crediamo!


Ho esplorato il mondo dei sogni a occhi aperti e scoperto che è abitato da centinaia di migliaia di sognatori in tutto il mondo, sono moltissime quelle persone che hanno avuto accesso, attraverso le loro intuizioni sognanti, a nuove dimensioni della vita, senza di loro non ci sarebbero né aerei né telefoni, non ci sarebbero scuole o donne in minigonna.
Ho scoperto che il Sogno ha le sue leggi, e che conoscendole e applicandole noi possiamo davvero portare e manifestare nella realtà quel che prima ci sembrava “soltanto un sogno”, così ho scelto di dedicare a questo tema il mio prossimo libro: “Il Piccolo Dreamer Programmatore di Mondi” (in uscita il 18 ottobre 2015).
Nelle mie esplorazioni nel mondo del Sogno ho incontrato Francesca Del Nero, mia editrice e fondatrice della School for Dreamers, una Scuola dell’Essere che ha l’intento di dare alle persone gli strumenti e le conoscenze necessari per la realizzazione dei propri sogni, nella quale ho l’onore e il privilegio di insegnare condividendo le mie scoperte e conoscenze. 

Quel che forse non sai è che il mondo del Sogno ha deciso di aprire le sue porte a tutti gli esseri pronti a tale incontro, il 18 0ttobre 2015 presso il Teatro Dal Verme di Milano ci sarà il primo Dreamers Day, una grande festa nella quale si incontreranno sognatori di tutto il pianeta, anche io farò la mia parte presentando il mio nuovo libro e sarei veramente felice di incontrarti quel giorno!
Mio sincero desiderio è che tutti, ma proprio tutti, possano finalmente sentirsi liberi di sognare e realizzare quel che il loro cuore ama!